+39 335 5963639

Cerca

Dal 1854 ci prendiamo cura del tuo verde !!

Impianti di irrigazione

 

Solitamente questa attività ha inizio dopo la predisposizione, in pratica o in progettazione, dei vegetali ( piante, siepi, aiuole) per riuscire ad individuare e soddisfare le varie esigenze idriche delle zone che compongono il giardino ( prato, aiuole, siepi, ecc ).

Si parte valutando la disponibilità di acqua e nello specifico se è fornita dall’acquedotto o da pozzo. Bisogna prendere in considerazione la pressione disponibile in relazione alla portata per dimensionare l’impianto in maniera corretta.

La parte più delicata da progettare è l’irrigazione del prato valutando alcuni fattori:

  •     Materiali da utilizzare per ridurre i costi ma consegnando al cliente un impianto duraturo nel tempo
  •     Zone che necessitano di più o meno acqua ( zone ombreggiate, soleggiate, in pendenza, ecc)
  •     Evitare di bagnare zone che non hanno bisogno di apporto idrico al fine di ridurre i consumi e quindi i costi di gestione dell’impianto d’irrigazione da parte del cliente
  •     Avere una copertura uniforme studiando gli irrigatori da andare a posare valutando gettate, consumi, ecc

Le zone a cespugli, arbusti, siepi verranno irrigate con il tubo a goccia autocompensante per avere in tutte le zone del settore la stessa fuoriuscita di acqua. In questo modo verranno irrigate anche possibili fioriere o vaso anche in terrazzi.

Per le piante ad alto fusto è possibile realizzare un anello a goccia sopra la zolla delle stesse per garantire un perfetto attecchimento ed una pronta risposta nel periodi siccitosi o caldi.

Tutto l’impianto, diviso in zone, sarà comandato da elettrovalvole alloggiate in appositi pozzetti, in modo da programmare il tempo necessario di irrigazione per ogni zona.

Per il controllo delle elettrovalvole ci sono le centraline con diversi tipi presenti oggi sul mercato. Stiamo realizzando la maggior parte degli impianti con untià di controllo via wireless. Con un comando ( programmatore) si impostano le varie zone del giardino ( tempi di irrigazione, partenze, ecc ) e si trasmettono all’unità di controllo che è sotto terra nell’apposito pozzetto per gestire le elettrovalvole.

Questo sistema evita di posare cavidotti e portare in casa fili per predisporre la centralina.

Si evitano anche le centraline a batteria nei pozzetti che solitamente hanno una durata limitata nel tempo a causa dell’umidità e sono scomode da programmare dovendo spesso chinarsi dentro al pozzetto per eseguire queste operazioni.